Finanziamenti a fondo perduto della Regione Toscana

Ancora aperto (e rifinanziato) il Bando della Regione Toscana per l'acquisizione di servizi per l'innovazione da parte di MPMI

Ancora disponibili finanziamenti a fondo perduto per innovazione e marketing

Ancora disponibili finanziamenti a fondo perduto per innovazione e marketing

1024 683 Filarete | Digital Agency

La Regione Toscana ha di recente stanziato risorse aggiuntive per finanziare il bando per l’acquisizione di servizi da parte delle MPMI (bando A).

Con il bando A la Regione Toscana intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento in innovazione per l’acquisizione di servizi avanzati e qualificati corrispondenti a quelli individuati nel Catalogo dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane (Allegato A1) .

Interventi finanziabili e spese ammissibili

È finanziabile l’acquisizione di servizi qualificati così come descritti nelle sezioni A e B del Catalogo (Allegato A1).
Il progetto deve essere realizzato sul territorio della Regione Toscana.
Le spese ammissibili possono riguardare:
– studi di fattibilità
– attività di innovazione in particolare mediante:
a) acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione tecnologica, commerciale, organizzativa
b) acquisizione di servizi di sostegno all’innovazione
c) acquisizione di personale altamente qualificato.

In questi ambiti di interventi rientrano i servizi di digital advertising e più on generale tutte le attività di web marketing, compresa l’implementazione di siti web utili ai fini di marketing.

Chi può presentare domanda

a) Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) compresi i liberi professionisti, in forma singola o associata (ATI, Rete-Contratto); le ATI e le Reti-Contratto sono ammissibili solo se costituite da almeno tre MPMI;
b) Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, Società consortili. Le Reti-Soggetto sono ammissibili solo se costituite da almeno tre MPMI con sede legale o unità locale all’interno del territorio regionale.

Questi soggetti sono ammissibili se esercitano un’attività economica identificata come prevalente rientrante in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 indicati nel bando.
Tutte le imprese partecipanti devono inoltre risultare ammissibili in base ai requisiti definiti al punto 2.2 del Bando.

Misura dell’agevolazione

Il costo totale del progetto non deve essere inferiore a €15.000,00.
Il progetto può prevedere anche la combinazione di due o più tipologie di servizi previsti nel “Catalogo”, ma la spesa massima ammissibile non può essere superiore ad €100.000,00.

L’intensità di aiuto e la spesa massima per ciascun servizio, variano in relazione alla dimensione di impresa ed alla tipologia di attività scelta (si veda l’ultima pagina del file Allegato1).

Come e quando presentare domanda

La domanda può essere presentata in via continuativa fino a esaurimento della dotazione finanziaria.

La selezione delle proposte progettuali avverrà con procedura automatica a sportello.

Farsi finanziare un progetto è possibile,
approfitta di questa opportunità.

Filarete offre servizi di consulenza per verificare grauitamente la possibilità di accesso, guidarti ed assisterti nel preparare la domanda e redigere il progetto, seguire l’iter di un finanziamento rivolto ai servizi di comunicazione, marketing, strategia d’impresa.

Contattaci per maggiori informazioni o per una consulenza gratuita.