Agenda 2030: guida per le organizzazioni no profit che vogliono contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile

Scritto il 30 Aprile 2024

In un’epoca in cui le sfide globali richiedono risposte immediate e coordinate, le organizzazioni no profit possono diventare protagoniste e promotrici di un cambiamento efficace e sostenibile.

Affrontando temi come le disuguaglianze sociali o la lotta contro il cambiamento climatico, le organizzazioni e la loro mission incarnano spesso i valori dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, che mira a promuovere la prosperità globale in armonia con il pianeta. Attraverso progetti innovativi, campagne di sensibilizzazione e azioni concrete sul campo, le organizzazioni no profit si pongono come catalizzatori per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile. La loro dedizione e passione dimostrano come un futuro migliore è possibile e come dipenda dall’impegno collettivo di tutti noi.

Cos’è l’agenda 2030?

Adottata nel 2015 da tutti i 193 Paesi membri dell’ONU, l’Agenda 2030 è un piano d’azione globale per un futuro più sostenibile. I suoi 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile affrontano le sfide più urgenti del nostro pianeta, tra cui povertà, fame, disuguaglianze, cambiamento climatico e degrado ambientale.

Raggiungere questi obiettivi entro il 2030 richiede un impegno collettivo da parte di governi, imprese, organizzazioni della società civile e singoli cittadini.

La responsabilità collettiva per un futuro sostenibile: il ruolo delle organizzazioni no profit

Le organizzazioni no profit, con la loro capacità di connettersi con le comunità, sono attori chiave nel raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

  • Possono svolgere un ruolo fondamentale nel: sensibilizzare e informare sui temi dell’Agenda 2030
  • promuovere azioni concrete per il raggiungimento degli Obiettivi Globali
  • supportare le comunità più vulnerabili
  • monitorare i progressi e fare attività di advocacy per politiche di sviluppo sostenibile.

Come un’agenzia di comunicazione può aiutare le organizzazioni no profit a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile

Rivolgendosi ad agenzie specializzate nel digital come Filarete, le organizzazioni no profit possono implementare strategie comunicative concrete per raggiungere quante più persone possibile e quindi centrare gli obiettivi di sviluppo sostenibile. È però necessario un approccio integrato che comprenda consulenza strategica, supporto operativo e capacità di coinvolgimento per favorire realmente il successo dei progetti dedicati all’Agenda 2030.

Agire per il cambiamento: il progetto GenerAzione 2030

Il progetto GenerAzione 2030 rappresenta un esempio tangibile di come le organizzazioni no profit, anche in coalizione tra loro, possano perseguire gli obiettivi dell’Agenda 2030. Sostenuta da AICS e promossa da Oxfam Italia, Amref Italia, Arci Firenze, Cospe Onlus, PIN Polo Prato, Fondazione Archivio Diaristico Nazionale, Rondine Cittadella della Pace e Tavola della Pace e della Cooperazione, questa campagna ha l’obiettivo di promuovere tra i giovani in Toscana cinque obiettivi dell’Agenda 2030:

  • OG 3 – Salute e benessere
  • OG 4 – Istruzione di qualità
  • OG 5 – Parità di genere
  • OG 13 – Lotta contro il cambiamento climatico
  • OG 16 – Pace, giustizia e istituzioni solide

Filarete, in qualità di digital agency incaricata di dare un’identità visiva e promuovere online il progetto, partendo dal concept iniziale ideato dal Parlamento degli Studenti ha dato vita ad una campagna efficace che va oltre la semplice awareness e ricerca l’engagement e l’azione concreta.
Attraverso lo slogan “Agiamo per il cambiamento. Basta poco, basta volerlo.” la campagna vuole mobilitare i giovani toscani ad agire per contribuire al raggiungimento dei 5 sustainable development goals scelti.

Una strategia digitale a 360° per coinvolgere i giovani

Per raggiungere il target del progetto GenerAzione 2030 abbiamo sviluppato una strategia digitale a 360° che include diversi touch point tra cui:

• una landing page di progetto, accattivante e stimolante, dedicata a fornire informazioni sul progetto, sulle sue attività e su come i giovani possono prendere parte;
• canali social dedicati, nutriti attraverso un piano editoriale di contenuti multimediali accattivanti e informativi, come video, infografiche e articoli, per educare i giovani sugli OG e su come possono dare un contributo al loro raggiungimento;
• campagne pubblicitarie su Meta, TikTok e Google per aumentare la visibilità del progetto e stimolare l’engagement, sensibilizzando i giovani sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile;
• challenge sui social per incoraggiare i giovani a compiere azioni concrete e a condividere i loro progressi con la community;
• coinvolgimento di influencer e content creator per diffondere il messaggio del progetto e raggiungere un pubblico più ampio.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Catturare l’attenzione dei giovani, costantemente sovrastimolati da eccessive informazioni a cui sono esposti, non è semplice! Ecco perché la visual identity creata per GenerAzione 2030, fortemente connotativa della landing page dedicata, dei visual di campagna, dei social kit e del video teaser, è giovane, dinamica e riconoscibile a colpo d’occhio: trasmette azione e movimento attraverso grafiche pop dai colori brillanti e dai contorni bold, per un risultato audace e vibrante che rimanda all’arte degli stickers e dei graffiti.

L’obiettivo è comunicare in modo diretto con i giovani, offrendo loro un linguaggio visivo che possano comprendere e adottare per esprimere le proprie idee immedesimandosi nei 5 supereroi che rappresentano i 5 obiettivi di sviluppo globale protagonisti della campagna.

Il concetto centrale della campagna è che ogni azione conta, ma l’ispirazione che scaturisce da ciascuna di queste azioni conta ancora di più. Per approfondire questa idea, dobbiamo considerare diverse dimensioni attraverso le quali le azioni individuali possono ispirare il cambiamento e contribuire agli obiettivi dell’Agenda 2030. L’atto di fare scelte sostenibili nella vita quotidiana serve non solo a ridurre l’impronta individuale, ma diventa anche un potente mezzo di comunicazione. Quando le persone vedono amici, familiari o anche sconosciuti compiere azioni positive questo comportamento può servire da esempio e ispirare altri a fare lo stesso. La campagna è quindi un invito a compiere azioni concrete come la produzione di contenuti video, la partecipazione a challenge, e il coinvolgimento delle proprie cerchie di amici per stimolare la riflessione quotidiana e coinvolgere l’intera comunità in azioni che promuovano un reale impatto individuale e collettivo. L’hashtag #BastaPoho, profondamente legato al territorio e al dialetto toscano, vuole incentivare i ragazzi a compiere piccole azioni quotidiane che, oltre al loro impatto diretto, hanno la grande capacità di ispirare gli altri, stimolando la propria rete di contatti a fare lo stesso.

Un quiz per scoprire i propri valori e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Per aiutare i giovani a identificare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che si allineano maggiormente ai loro interessi, valori e inclinazioni, abbiamo inserito sulla landing page la possibilità di fare un quiz online.

Attraverso una serie di domande semplici e divertenti, il quiz permette ai ragazzi e alle ragazze di scoprire quali sono le tematiche che li appassionano di più e di approfondire la conoscenza degli OG.

Il risultato personalizzato del quiz offre anche suggerimenti pratici sulle missioni da compiere, cioè le azioni concrete che gli utenti possono intraprendere per contribuire concretamente alla realizzazione di quell’obiettivo.

Può inoltre essere condiviso sui social, amplificando così la consapevolezza su questi temi e ampliando la audience.

Campagna COSPE, progetto Basta Poco

Sfidare per coinvolgere

Nello sviluppo della campagna ci siamo anche chiesti cosa si può fare per coinvolgere veramente i giovani nella costruzione di un futuro più sostenibile. Dall’analisi del target è emerso che quando ci sono sfide, tendenze o hashtag popolari, molti membri della generazione Z sono maggiormente inclini a partecipare ed a pubblicare più frequentemente contenuti.

Abbiamo quindi voluto proporre delle sfide collegate agli obiettivi di sviluppo sostenibile della campagna, che ognuno può completare documentando il proprio impegno sui social e invitando i propri amici e compagni di classe a fare lo stesso. Ad esempio, per chi tiene particolarmente alla protezione dell’ambiente, ecco alcune azioni da intraprendere:
utilizzare la bicicletta per gli spostamenti;
• spegnere le ciabatte e staccare le spine degli elettrodomestici non in uso;
• ridurre il consumo d’acqua adottando gesti quotidiani virtuosi.

Scoprile tutte su www.generazione2030.it

Possono sembrare azioni da poco ma proprio per questo sono facili da attuare! Ed è per questo che l’hashtag #BastaPoho calza a pennello!

Eppure, per rendere il proprio impatto davvero significativo, è necessario creare consapevolezza e sensibilizzare quante più persone nella propria rete, in modo che si sentano coinvolte a prender parte al cambiamento, promuovendo in prima persona GenerAzione 2030 e tutte le campagne che mirano al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda2030

Un futuro sostenibile è possibile: anche tu puoi contribuire con la tua no profit

GenerAzione 2030 dimostra come le organizzazioni no profit possano giocare un ruolo cruciale nel raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030, mobilitando giovani e meno giovani, ispirando azioni concrete per un futuro migliore e più sostenibile. Con la tua no profit, anche tu puoi rafforzare i tuoi progetti per lo sviluppo sostenibile. Filarete può supportarti in questo! Attraverso una consulenza strategica, possiamo aiutarti ad inquadrare meglio i tuoi obiettivi, capire come si allineano con i sustainable development goals e definire un piano di azione che ti porterà a raggiungerli.

Siamo Filarete e vogliamo 
prendere parte al tuo cambiamento.

Contattaci per una consulenza